La pericolosita delle lampade fluorescenti - New Technology srl - Proiettori a LED per campi sportivi

EnglishFrenchGermanGreekHungarianItalianJapaneseLithuanianNorwegianPersianPortugueseRomanianRussianSpanishSwedishTurkishUkrainian
Vai ai contenuti

Menu principale:

La pericolosita delle lampade fluorescenti

DELLA SERIE: NON E' TUTT'ORO QUEL CHE RILUCE …


OVVERO: qualche nota sulla pericolosità delle lampadine fluorescente a basso consumo energetico


Fonte: Aduc, Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori  http://www.aduc.it di Annapaola Laldi

Sabato 23 Maggio 2009 si è svolto a Villa Nobel di Sanremo, (prov. Imperia) un incontro sul Lupus Eritematoso Sistemico (LES), che e' una malattia subdola, per certi versi ancora misteriosa e per fortuna piuttosto rara, che colpisce soprattutto le donne, e che in Italia, dal 2006, e' stata classificata come malattia cronica ed invalidante. L’articolo che si trova nella rivista "Icaro" , del "Gruppo Italiano LES", n. 57/maggio 2009, p. 55 ss. e che nella sua veste originale si puo' leggere anche a questo indirizzo:  http://www.lupus-italy.org/icaro/index.html
(Oltre ai titoli dei paragrafi gia' in grassetto nel testo originale, ci siamo permessi di evidenziare anche altre parti. Chi fosse interessato a risalire alle fonti, puo' servirsi dunque del link dell'articolo riportato sopra)

Come sappiamo, entro settembre 2012 saranno messe al bando in tutta l'Unione Europea le lampadine a incandescenza per fare spazio a quelle a minor consumo energetico.
Le lampade fluorescenti compatte (LFC), la piu' diffusa tipologia di lampade a basso consumo oggi presente sul mercato, presentano purtroppo tre principali problemi: le radiazioni elettromagnetiche, il mercurio e le radiazioni UV.

Misurazioni eseguite dimostrano che le LFC generano potenti campi elettromagnetici a poca distanza dalla sorgente, fino ad un metro di distanza. Il centro indipendente di ricerche francese CRIIREM (Centre de recherche et d´information sur les rayonnements e'lectromagnetiques) sconsiglia pertanto di utilizzare lampadine a basso consumo energetico a brevi distanze, come ad esempio per illuminare i comodini delle camere da letto o le scrivanie. La messa al bando delle lampadine ad incandescenza portera' quindi ad un aumento delle persone sottoposte ad alti livelli di radiazioni elettromagnetiche.
Esistono, inoltre, indicazioni che il campo elettromagnetico generato dalle LFC puo' viaggiare all'interno dei cavi elettrici esponendo le persone alla cosi' detta “elettricita' sporca” in tutta l'abitazione.
Le LFC contengono da 3 a 5 mg di mercurio, una sostanza estremamente tossica per il cervello, il sistema nervoso, i reni ed il fegato.

Sebbene si dica che le LFC hanno un basso contenuto di mercurio, questo quantitativo e' piu' che sufficiente a causare seri danni alla salute. In modo particolare sono a rischio le donne in stato di gravidanza ed i bambini piccoli, poiche' il mercurio influisce sullo sviluppo del cervello e del sistema nervoso del feto e del neonato.
La protezione supplementare del doppio guscio sulle LFC puo' circoscrivere il problema delle radiazioni UV, ma fintantoche' saranno vendute LFC senza doppia protezione, le razioni UV continueranno ad essere un alto fattore di rischio.
Per commentare l'articolo o per leggere i commenti pubblicati:  http://www.aduc.it/dyn/pulce/art/singolo.php?id=261192

Referenze
(1) www.mercurypolicy.org
Bundesamt fuer Energie BEF, Electromagnetic fields of energy saving lamps, 2004, http://www.electricity-research.ch/scripts/index.php?lang=1031
(2) http://riimem.blogspirit.com/lampes/
(3) http://www.emfacts.com/weblog/?p=903
(4) Havas, M. 2006. Electromagnetic Hypersensitivity: Biological effects of dirty electricity with emphasis on diabetes and multiple sclerosis. Electromagnetic Biology and Medicine, 25: 259-268, 2006
(5) http://mpp.cclearn.org/wp-content/uploads/2008/08/final_shedding_light_all.pdf
(6) V. Beral, S. Evans, H. Shaw & G. Milton (1982), ‘Malignant melanoma and exposure to fluorescent lighting at work’, , 7 August 1982, pp. 290-293.
Lytle CD, Cyr WH, Beer JZ, Miller SA, James RH, Landry RJ, et al. An estimation of squamous cell carcinoma risk from ultraviolet radiation emitted by fluorescent lamps. Photodermatol Photoimmunol Photomed 1992/1993; 9:268-274.
(7) ‘Low-energy bulbs 'worsen rashes', http://news.bbc.co.uk/2/hi/health/7170246.stm
(8) http://www.dailymail.co.uk/health/article-1075613/The-energy-saving-light-bulbs-leave-red-faced--UV-radiation.html
http://www.youtube.com/watch?v=6CVLa_tRslY (coverage on Canadian television)
(9) ‘Low-energy bulbs cause migraine’, http://news.bbc.co.uk/2/hi/health/7167860.stm‘Fluorescent lights giving pupils headaches’,
http://www.telegraph.co.uk/news/main.jhtml?xml=/news/2007/09/06/nlights106.xml
http://www.br-online.de/das-erste/report-muenchen/report-gluehbirne-klimaschutz-ID1230898145031.xml

NOTE
Sito del "Gruppo italiano LES" http://www.lupus-italy.org
Il "Gruppo italiano LES" ha anche un numero verde che è il seguente: 800 22 79 78
Informazioni sul LES si possono trovare anche su
http://it.wikipedia.org/wiki/Lupus_eritematoso_sistemico

Il futuro dell'illuminazione più pulita e sana, è il LED

Ufficio Tecnico: New technology SRL


 
Torna ai contenuti | Torna al menu